mercoledì 23 luglio 2014

Chi Ben Comincia... #4


Buongiorno miei cari! Come state passando questa Estate? Io sono quasi in vacanza, vedo ormai la luce in fondo al tunnel e non vedo l'ora di riposarmi a dovere per qualche giorno! Intanto vi lascio con un nuovo appuntamento con Chi Ben Comincia.... Rubrica ideata da Alessia di Profumo dei Libri!

Per l'appuntamento di oggi ho scelto un libro che mi è stato super consigliato da una delle mia bookish sister! Si tratta di...

Written in Red
Anne Bishop

LA MIA TRADUZIONE
Tanto tempo fa, Namid diede origine a ogni tipo di vita, compresi gli esseri noti come umani. Diede agli umami parti fertili di se stessa, e diede loro della buona acqua. Comprendendo la loro natura e quella delle sua altra progenie, diede loro anche abbastanza isolamento così che potessero avere la possibilità di sopravvivere e crescere. E lo fecero. Impararono ad accedere fuochi e costruire ripari. Impararono a coltivare e costruire città. Costruirono imbarcazioni e pescarono nel Mediterraneo e nel Mar Nero. Si riprodussero e si diffusero attorno le loro parti del mondo fino a quando non si spinsero nelle Terre Selvaggie. Qui scoprirono che le altre proli di Namid già rivendicavano il resto del mondo. Gli Altri guardarono agli umani e non videro conquistatori. Videro un nuovo tipo di pasto. Guerre furono combattute per possedere le Terre Selvagge. Alle volte gli umani vinsero e diffusero i loro semi un pò più lontano. Più spesso, pezzi di civiltà scomparvero, e sopravvissuti pieni di paura cercarono di non rabbrividire quando un ululato si innalzava nella notte o un uomo, girovagando troppo lontano dalla sicurezza di porte massicce e luce, veniva trovato il giorno successivo prosciugato del sangue. 
VERSIONE ORIGINALE
Long ago, Namid gave birth to all kinds of life, including the beings known as humans. She gave the humans fertile pieces of herself, and she gave them good water. Understanding their nature and the nature of her other offspring, she also gave them enough isolation that they would have a chance to survive and grow. And they did. They learned to build fires and shelters. They learned to farm and build cities. They built boats and fished in the Mediterran and Black seas. They bred and spread throughout their pieces of the world until they pushed into the wild places. That’s when they discovered that Namid’s other offspring already claimed the rest of the world. The Others looked at humans and did not see conquerors. They saw a new kind of meat. Wars were fought to possess the wild places. Sometimes the humans won and spread their seed a little farther. More often, pieces of civilization disappeared, and fearful survivors tried not to shiver when a howl went up in the night or a man, wandering too far from the safety of stout doors and light, was found the next morning drained of blood.

Allora, che ve ne pare? Questo inizio mi ha incuriosito ancora di più. E devo dire che promette proprio bene! **

8 commenti:

  1. ME GUSTA.
    Ma questo già lo sapevi **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shì, lo so! *___*
      Presto conoscerò questo mondo. **

      Elimina
  2. Interessante! non conoscevo questo libro...sembra mooolto carino però :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà tra le mie prossime letture! E' già nel kindle che mi aspetta. **

      Elimina
  3. nemmeno io conoscevo questo libro..sembra molto carino! Facci sapere cosa ne pensi :D

    RispondiElimina
  4. Idem. Non lo conoscevo, ma sembra interessante.. anche se la cover è un po' inquietante ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dicono anche ci sia un bel "lupacchiotto" da amare. Come resistere? XD

      Elimina