lunedì 29 maggio 2017

Review Time: Queen of the Dead di Stacey Kade

Anche voi come me avete trovato, spesso e volentieri, il personaggio della cheerleader uno tra i più insopportabili? 
Se Alona Dare non riesce a farvi cambiare idea allora nessuno riuscirà a farlo. 
Non fraintendetemi, Alona ha tutte le caratteristiche della tipica cheerleader: reginetta della scuola, tipica ragazza che ti guarda dall'alto in basso, quella che detta legge in fatto di moda, quella che... si fa sempre come dice lei altrimenti sono guai. Beh tutto questo è sempre stato vero se riferito ad Alona, fino a quando un incontro ravvicinato con un autobus in mezzo alla strada non ha cambiato la sua condizione da Reginetta delle scuola a... Reginetta dei Trapassati. 

Ebbene si, la cara e *coff coff* simpatica Alona è un fantasma ma non un semplice fantasma... il caso vuole, o sarebbe meglio dire la luce che l'ha mandata indietro dall'altrolato vuole che Alona sia anche lo spirito guida di Will Killian, possessore fin dalla nascita, grazie all'eredità genetica del padre, della maledizione del dono di vedere i fantasmi.

Se sei in grado di vedere i fantasmi e peggio ancora loro sono a conoscenza di questa tua capacità puoi dire addio alla tua pace e molto probabilmente, a lungo andare, alla tua sanità mentale. Fortuna per Will, c'è Alona che mette in riga tutti i fantasmi inopportuni.

In Queen of the Dead tutta la teoria secondo cui il compito di Will è quello di aiutare i fantasmi a trovare la loro pace tuttavia sta iniziando ad avere diversi buchi, soprattutto dopo l'incontro con una ragazza che sembra avere molto in comune con Will. Questo porterà ad avere a che fare con un Alona arrabbiata... e credetemi voi non volete avere a che fare con un Alona arrabbiata.

La storia di Alona e Will si rivela ancora una volta frizzante e divertente. Se cercate una lettura leggera e piacevole ma senza rinunciare a qualche elemento paranormale allora questa serie è da tenere in considerazione. Unica pecca di Queen of the Dead è quella di soffrire di quella che io chiamo maledizione da libro di mezzo anche se attenuata dalle battute e dal sarcasmo di Alona vera 'anima' (se mi permettete il gioco di parole) del libro! 

Nym

1 commento:

  1. Avevo letto il primo di questa serie anni fa, ma non mi aveva molto preso e alla fine l'ho lasciata un po' lì ç_ç

    RispondiElimina