lunedì 3 febbraio 2014

Book tag - Bookish Academy Awards

Qualche giorno fa girovagando per i canali youtube mi sono imbattuta in questo simpatico tag originale di BOOKadooodles, i Bookish Academy Awards. Da vera amante del cinema oltre che dei libri non potevo farmi scappare questa fantastica associazione, in cui ogni categoria è stata riadattata in stampo bookish per poter nominare i vincitori tra i libri letti nel 2013.

            
MIGLIOR ATTORE/MIGLIOR PROTAGONISTA MASCHILE
Il mio protagonista maschile preferito del 2013 è Cassel Sharpe dalle serie Curse Workers di Holly Black. Con questa serie la Black è  entrata in pianta stabile tra le mie autrici preferite. Cassel non è il tipico protagonista a cui siamo abituati, mente per raggiungere i suoi scopi e possiede una geniale mente criminale. Eppure sono esattamente queste sue caratteristiche ad avermelo fatto amare, dimostrando come a conti fatti, il confine tra il bene e il male è molto più sottile di quanto si possa pensare.







MIGLIOR ATTRICE/MIGLIOR PROTAGONISTA FEMMINILE
Scegliere una vincitrice per questa categoria non è stato facile ma alla fine ho deciso per Penryn, protagonista della serie Penryn and the end of Days di Susan Ee. Penryn è una giovane ragazza di sedici anni che cerca di proteggere la madre e la sorella dalla distruzione portata dagli angeli discesi sulla terra. Penryn è una protagonista forte, pronta a tutto pur di salvare la sorella e non posso che ammirarla per la sua tenacia.






MIGLIOR CINEMATOGRAFIA/MIGLIOR COLPO DI SCENA
Su questa categoria non ho avuto alcun dubbio, la statuetta va senza ombra di dubbio a The Coldest Girl in Coldtown di Holly Black. Difficilmente un libro riesce a cogliermi così di sorpresa. Il grande colpo di scena di tCGiC non l'ho assolutamente visto arrivare. Tanto di cappello ad Holly Black che si conferma ancora una volta una grande scrittrice!







MIGLIORI COSTUMI/MIGLIOR COVER
Beh, la copertina di Unravel Me parla da sè. Adoro i toni di colore utilizzati e quel magnifico effetto ghiaccio sulle ciglia così come la frase in copertina, fear will learn to fear me.









MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA/MIGLIOR PERSONAGGIO MASCHILE NON PROTAGONISTA
Sturmhond, dal libro Siege and Storm, dimostra di essere un personaggio simpatico e divertente, dalle battute sempre pronte ma anche dalla grande intelligenza e dedizione per la propria patria. Per non parlare del fatto che è un corsaro! Credetemi, questo personaggio ha fascino da vendere.







MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA/MIGLIOR PERSONAGGIO FEMMINILE NON PROTAGONISTA
La scelta qui è stata difficile ma alla fine ho deciso di affidare la vittoria alle donne sensitive che compongono la famiglia di Blue. Maura, Calla e Persefone dal libro The Dream Thieves. I loro modi strambi di rapportarsi con gli altri le le rendono uniche. Non potevo assegnare a solo una delle tre la vittoria.







MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE/MIGLIOR AMBIENTAZIONE O TRAMA 
Il miglior libro letto nel 2013 con la migliore trama e ambientazione è stato senza alcuna ombra di dubbio Gameboard of the Gods di Richelle Mead. Il mondo distopico descritto dalla Mead è forse uno dei migliori in assoluto che mi siano capitati sottomano. Si regge perfettamente in piedi e risulta ben costruito in ogni dettaglio. Per non parlare del fascino delle divise Praetoriane.






MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE/MIGLIOR FILM TRATTO DA UN LIBRO
A quanto pare nel 2013 non ho finito alcuna lettura di cui sia stato tratto successivamente un film. Quindi credo che risponderò presentando un libro di cui mi piacerebbe molto vedere una trasposizione cinematografia. Black Friars di Virginia de Winter. Le atmosfere della Vecchia Capitale, le nebbie del Presidio, il fascino dei costumi d'altri tempi per non parlare dei magnifici personaggi tutte con le loro particolari peculiarità sono sicura non sfigurerebbero se immortalati anche su pellicola oltre che su carta. 




MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE/LIBRO ADATTO PER ESSERE TRASPOSTO IN UN FILM DI ANIMAZIONE
Ci ho pensato a lungo e alla fine la mia scelta è ricaduta su Hex Hall, libro ironico e leggero ma con quella punta di mistero e "colore" che non sfigurerebbe affatto in un film d'animazione. Streghe, fate e vampiri che vanno matti per il colore rosa farebbero un figurone se trasposti in questa tipologia cinematografica.






MIGLIOR REGISTA/UNO SCRITTORE SCOPERTO DA POCO
Anche qui non ho avuto problemi a decidermi, non appena ho letto la categoria il primo nome ad essermi venuto in mente è stato quello di Bianca Marconero, autrice di Albion. Ho avuto modo di leggere diversi nuovi autori nel 2013 ma Albion con la sua rivisitazione in chiave moderna del ciclo arturiano, che adoro fin dall'infanzia, ha battuto qualsiasi altra lettura che rientra nella categoria sopraindicata. Mi aspetto grandi cose da questa serie tutta italiana.





MIGLIORI EFFETTI VISIVI/MIGLIOR AZIONE IN UN LIBRO
Il premio per questa categoria va a Shadowfever (La maledizione dell'antica carta in Italia) di Karen Marie Moning che è riuscita a scrivere una delle mie serie preferite in assoluto dal primo all'ultimo libro. In cui l'azione e i colpi di scena non mancano considerando la presenza di più di nove personaggi maschili che sprizzano testosterone da tutti i pori!







MIGLIOR COLONNA SONORA/MIGLIORE COLONNA SONORA NELL'ADATTAMENTO CINEMATOGRAFICO DI UN LIBRO
Ancora una volta, non avendo letto libri nel 2013 poi trasposti cinematograficamente ho deciso d rispondere nuovamente con The Dream Thieves di Maggie Stiefvater, una vera artista poliedrica. Ha infatti comosto diverse canzoni per ogni suo libro. 




MIGLIOR CORTOMETRAGGIO/MIGLIORE NOVELLA O LIBRO BREVE
Senza alcun dubbio, rispondo di getto con Destroy Me di Tahereh Mafi, novella che mi ha permesso di scoprire il vero volto di Warner dimostrando come tutto quello che eravamo stati portati a pensare con Shatter Me fosse in realtà frutto di pregiudizi e malintesi. Non sempre le prime impressioni sono giuste e Destroy Me ne è la prova.






MIGLIOR FOTOGRAFIA/MIGLIOR STANDALONE
Non so voi ma io spesso ho bisogno di libri arcobalenici e leggeri, che mi facciano tornare il buon umore e Un amore su misura è il miglior standalone letto nel 2013 che possiede tutte queste caratteristiche. Vi innamorerete di Ellis e della sua passione per i dolci!






MIGLIOR DOCUMENTARIO/MIGLIOR ROMANZO STORICO
Il romanzo storico non è esattamente il mio genere preferito. Nel 2013 ne ho letto solo uno e non lo consiglierei a nessuno. Quindi, per me, questa categoria resterà senza un vincitore!






Adesso tocca a voi! Consideratevi tutti tagganti per i Bookish Academy Awards. Sono curiosa di conoscere i vostri vincitori tra le letture del 2013! :D




4 commenti:

  1. Mi piace questo tag... lo farò anche io penso! Ahahah Miglior film di animazione direi decisamente Percy Jackson per me. Ne verrebbe una gran figata!! D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetterò la tua classifica vincente allora! :D

      Elimina
  2. Che tag simpatico ^-^ e concordo con te sulla bravura di Holly Black...è un'autrice che ho scoperto da poco ma mi ha folgorato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Holly Black e Maggie Stiefvater diventano per me, libro dopo libro, delle autrici sempre più eccezionali!

      Elimina